Anche in Rotaliana e in Val di Cembra si vota per le suppletive: c’è da assegnare un seggio alla Camera

TRENTO. A poco più di un anno dalle elezioni per il Parlamento, in alcune zone del Trentino – in coincidenza con le Europee e le amministrative a Terre d’Adige e negli altri comuni – si vota ancora una volta per le nazionali. Sono le cosiddette “suppletive”, previste per quei seggi assegnati con l’uninominale che si sono nel frattempo liberati.

In parole molto più semplici: a marzo 2018 erano stati eletti nel collegio di Trento Giulia Zanotelli e in quello della Valsugana Maurizio Fugatti. Entrambi hanno preferito dimettersi dal Parlamento, dopo l’elezione in Provincia lo scorso ottobre. Hanno quindi liberato due seggi che dovranno essere riassegnati, eventualmente anche a un partito diverso rispetto al loro.

Gli elettori sono quindi chiamati oggi – dalle 7 alle 23 – a scegliere chi sarà eletto alla Camera al posto di Zanotelli e Fugatti. Il collegio di Trento è quello che interessa il nostro territorio, dato che comprende Valle dell’Adige, Rotaliana, Val di Non, Val di Sole, Paganella, Valle dei Laghi e Val di Cembra.

I candidati sono tre: Giulia Merlo per l’Alleanza democratica autonomista, Martina Loss per il centrodestra e Lorenzo Leoni per il Movimento Cinque Stelle. Per votare basta barrare il nome del candidato o il simbolo che lo sostiene.

X