Autore: Giovanni Rossi

Giornalista, scrive per "Vita Trentina". Per decenni è stato il corrispondente da Lavis per "L'Adige". Memoria storica e appassionato di cinema, ha lavorato come tuttofare per il Comune di Lavis fino alla pensione. Scrive per "Il Mulo" dopo essere stato una delle colonne del giornale digitale "La Rotaliana".

Dalle colonie ai campeggi, storie delle estati lavisane di un tempo, quando ancora non c’era il coronavirus

Ora tutto è fermo e bisogna consolarsi con i ricordi. Nei boschi di Masen o in quelli di Dimaro, tanti ragazzi sono cresciuti in compagnia, creando un vero senso di comunità

Le filande che riempivano Lavis e le famiglie che coltivavano gelsi e bachi da seta

Oggi è ormai un settore dimenticato dell’economia del paese: ma un tempo era uno dei più importanti

Gli ultimi giorni della guerra e quella promessa alla Porta Rossa del Pristòl

Fra i tedeschi che stavano abbandonando Lavis di tutta fretta, c’è anche Otto Schneller: questa è la sua storia

La misteriosa scomparsa del campanaro a Lavis nella settimana di Pasqua

C’era una storiella che sessant’anni fa si raccontavano i chierichetti

Carrozzette e musica a tutto volume. Viaggio nella “Lazzera che non c’è” (ma che tornerà)

Oggi a Lavis si sarebbe dovuta tenere la fiera. Il coronavirus ha fermato tutto, ma non la nostra capacità di ricordare e di rivivere il passato con la memoria

Carri e maschere: quando a Lavis si folleggiava con il Carnevale

Erano giornate di fuoco, con contorni di balli coinvolgenti fino al giorno delle ceneri

“Per chi suona la campana” a Lavis: la storia di quella musica che ha sempre accompagnato la vita di paese

Scandivano le varie fasi della giornata. Annunciavano i pericoli, la morte delle persone ma anche le belle notizie. Come la fine della guerra

Dalle prime pietre ai tanti lavori: la casa di riposo di Lavis compie 95 anni

Ideata alla vigilia della prima guerra mondiale, fu inaugurata il 25 aprile del 1925 e diventò grande grazie al lavoro di Giovanni Endrizzi

«Carne in saldo per la povera gente»: la storia dell’ex macello a Lavis

LAVIS. Quest’anno ricorrono i cinquant’anni di vita della biblioteca comunale. Nel corso della sua storia,.

La compagnia dei “magna e bevi” e le altre indimenticabili notti di capodanno nel passato di Lavis

Quando non esistevano petardi e fuochi d’artificio, ma non si rinunciava mai a passare una notte speciale insieme

X