Gli ultimi giorni della guerra e quella promessa alla Porta Rossa del Pristòl

Fra i tedeschi che stavano abbandonando Lavis di tutta fretta, c’è anche Otto Schneller: questa è la sua storia

La guerra a Lavis: i ricordi di una mamma (parte prima)

Il commovente racconto di una mamma alla propria figlia nata durante le tragedie e le miserie della seconda guerra mondiale

Non solo per dormire. Sul Paion si andava a vedere il tiro al volo e al piattello con i cacciatori

Il dosso che sovrasta Lavis era la meta delle passeggiate, ma c’era anche chi lo frequentava per allenarsi con i fucili

Dalle colonie ai campeggi, storie delle estati lavisane di un tempo

Nei boschi di Masen o in quelli di Dimaro, tanti ragazzi sono cresciuti in compagnia, creando un vero senso di comunità

Lavis, quante leggende raccontavano i nonni sul “Monte Pristol”

Quando non esistevano internet e la televisione, si inventavano storie da brivido, tutte ambientate in paese

«Noi lavisani sfollati a Coredo»: le storie della zia del Castel

Durante la guerra, Giovanni Rossi fu costretto per qualche tempo a lasciare Lavis. Ecco i ricordi di quei giorni

Recupero e valorizzazione del Pristol: l’idea che parte dal Comune

Un progetto partecipativo per il quartiere più antico del paese è l’occasione per recuperare una storia spesso dimenticata

Gli ultimi giorni della guerra e quella promessa alla Porta Rossa del Pristòl

Fra i tedeschi che stavano abbandonando Lavis di tutta fretta, c’è anche Otto Schneller: questa è la sua storia

Il grande ciclismo a Lavis: quando Coppi, Bartali e Charlie Gaul assalivano il Pristol

Il “Circuito degli assi” era organizzato dall’Unione sportiva e portava in paese i grandi campioni della bicicletta

Quella “Madonina” sul Pristol resa famosa da Camillo Moser e Italo Varner

La canzone dei due artisti di Lavis ha fatto conoscere questo capitello in tutto il Trentino

X