Autore: Daniele Donati

Nato a Trento nel 1972, laureato in Economia Politica all'Università degli studi di Trento. Impiegato commerciale è appassionato di economia e di storia. Attualmente è vicepresidente dell'Associazione Culturale Lavisana.

Il Maso Pontare a Pressano

Quando uno scherzo diede origine a un nuovo toponimo

Il Segreto di Stato, quando in Trentino venne rovesciata la dittatura

Fortunatamente non parliamo di un fatto di sangue realmente accaduto ma di uno dei primi grandi film girati in Trentino

Il piccolo gioiello scampato alla frana

La chiesa di Zambana Vecchia, risalente alla prima metà del Cinquecento, resistette alla frana che spazzò via l’intero paese

Quando anche Lavis divenne fascista

Negli anni burrascosi dell’ascesa del regime fascista anche i lavisani furono invitati a seguire la corrente che di li a poco avrebbe travolto l’intera nazione

Premiata in Spagna “l’ultima cena”

Questa volta non si tratta del celebre capolavoro di Leonardo da Vinci ma di uno scatto fotografico realizzato dal Gruppo Speleologico Lavis

L’albergo alla Tramvia di Lavis

Storia e intrighi di un albergo che ha rappresentato la Belle Époque di Lavis

Emilio Strafelini, chi era costui?

Un animo inquieto e una vita avventurosa partita da Rovereto e terminata a Fai della Paganella che merita di essere raccontata

La musica di Amos

Il caso o forse il destino ci hanno portato a conoscere le vicende di Amos, un lavisano con una storia triste e una grande passione

La fine della disputa sull’utilizzo dell’acqua dell’Avisio

Nel 1933 un decreto del ministro Leoni mise fine ad una controversia che si stava protraendo da qualche anno e questa volta a uscirne malconci furono i lavisani

L’oro di Cembra

L’impresa di Amos Mosaner alle Olimpiadi di Pechino ha portato alla ribalta il paese di Cembra e uno sport poco conosciuto in Italia ma seguitissimo nei paesi del nord Europa e Canada

X