San Michele, uno studente dell’Istituto Agrario premiato a Roma per la sua poesia in dialetto

Il riconoscimento a Denis Battisti e alla sua insegnante per la poesia “El castel de Beseno”, in un concorso ideato dalle Pro loco per salvare la cultura dei territori

Panoramica sull'Istituto (foto: Archivio Iasma, G. Zotta)

SAN MICHELE. C’è anche uno studente dell’Istituto agrario di San Michele fra i premiati di un concorso letterario nazionale dedicato al dialetto. La premiazione si terrà domani – 21 febbraio – nella sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma, in occasione della “Giornata internazionale della Lingua Madre” promossa dall’Unesco. Il concorso è la sezione Scuola del premio letterario nazionale “Salva la tua lingua locale”, indetto dall’Unione Nazionale delle Pro Loco (Unpli) e da Legautonomie Lazio.

Il Trentino si aggiudica un terzo posto ex aequo grazie all’opera “El Castel Beseno – Il Castel Beseno”, poesia in dialetto trentino di Denis Battisti, studente al terzo anno dell’Istituto agrario. Menzione d’onore, inoltre, verrà conferita alla professoressa Eliana Gruber, insegnante a San Michele e referente dell’iniziativa.

Un patrimonio immateriale

A consegnare il premio all’autore e alla professoressa saranno il Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Salvatore Giuliano, il presidente dell’Unpli Antonino La Spina, e il presidente onorario del premio, Giovanni Solimine. Alla cerimonia sarà presente anche la consigliera regionale della Federazione Trentina Pro Loco e loro Consorzi – Unpli Trentino, Monica Viola.

«Grazie all’impegno delle Pro Loco, all’adesione delle scuole e al lavoro degli insegnanti, il concorso consente ai più giovani di scoprire, apprezzare e valorizzare, spesso per la prima volta, il patrimonio culturale immateriale di cui sono portatori dialetti e lingue locali, contribuendo a rinsaldare il legame fra le nuove generazioni e l’identità dei territori – sottolinea Antonino La Spina – un’azione in piena sintonia con la Convenzione Unesco per la tutela del patrimonio culturale immateriale».

X