Il bene che vince il male: con Vivaldelli la Divina Commedia al PalaRotari

Dopo il sold out delle altre serate dedicate a Dante, il viaggio nei tre gironi del VII cerchio dell’Inferno si farà il 12 febbraio in Rotaliana

SAN MICHELE. Martedì 12 febbraio 2019 al PalaRotari di San Michele all’Adige alle 20.30 ci sarà un nuovo appuntamento con Gregorio Vivaldelli e il suo racconto della Divina Commedia. L’incontro, dal titolo Con il Bene vinci il Male, è organizzato dall’Arcidiocesi di Trento.

Visto il successo delle precedenti serate, tutte da sold out in ogni data proposta, con una massiccia partecipazione anche di pubblico giovanile, si è pensato a una location più capiente, il PalaRotari, in modo da favorire una più ampia partecipazione. La serata vuole essere una continuazione del viaggio esistenziale di Dante con la guida di Virgilio.

In cerca di bellezza

Il relatore, il prof. Vivaldelli, riesce a trascinare il pubblico con sé e a coinvolgerlo in prima persona, offrendo una lettura attualizzata della Divina Commedia e sottolineandone i punti di contatto con le esperienze di tutti i giorni.

Il linguaggio, semplice e coinvolgente, è un modo per coinvolgere esperti e meno esperti, giovani e meno giovani! Il successo fa capire che le persone hanno un bisogno profondo di bellezza e trovano nel viaggio di Dante spunti di felicità.

Perchè la Divina Commedia è un viaggio esistenziale che chiama alla scelta, alla responsabilità, suscitando interrogativi dentro ognuno di noi, permettendoci di scavare e proprio per questo sembra scritta per l’uomo e la donna di tutti i giorni!

La sfida contro il male

Con il Bene vinci il Male rappresenta la sfida suprema a cui siamo chiamati. Nel suo viaggio esistenziale Dante ci esorta ad affrontare la sfida delle sfide, ovvero quella tra il bene e il male presente in ciascuno: è innegabile che questo conflitto esiste anche nel mondo fuori di noi ma prima di tutto dobbiamo trovare il coraggio di affrontare questa sfida insita in noi.

Il Sommo Poeta ci invita a non negare il male e a non entrare in risonanza con quello degli altri ma a vincerlo facendo il bene, che va cercato dovunque esso sia, scovato, “fiutato” (Dante è un fiutatore di bellezza) e compiuto, senza mai fermarsi! Scoprendo il bene di cui siamo fatti e sforzandoci di realizzarlo, impariamo a diventare più gentili, concilianti, meno violenti, più attenti agli altri.

Un’umanità rinnovata

Nella serata al PalaRotari, Vivaldelli ci condurrà nei tre gironi del VII cerchio dove si trovano i violenti contro se stessi, gli altri e Dio. Il Sommo Poeta farà nuovi incontri con alcuni personaggi in grado di suscitare interrogativi, riflettere sul dramma della violenza e del dolore, generare speranza e parlare al cuore delle persone di ogni tempo con sorprendente efficacia.

Si scoprirà quanto sia attuale il messaggio che… con il bene è possibile vincere il male, generando così un’umanità rinnovata, aperta a prospettive di pace, di dialogo, di confronto, di speranza e di fraternità.

Appuntamento il 12 febbraio, ingresso libero e parcheggio interno gratuito, con accesso da via Tonale 110, comune di San Michele.

12feb20:30“Con il bene vinci il male” - con Gregorio Vivaldellialle 20.30 - PalaRotari - Mezzocorona

X