Lavis, un logo per conoscere Sant’Udalrico e per ricordare Paolo Rizzolli

Con la presentazione del logo parte oggi ufficialmente l’Anno Udalriciano

Lavis. Oggi, durante le celebrazioni delle Sante Messe è stato presentato alla Comunità lavisana il logo che caratterizzerà tutte le attività che sono state pensate per celebrare l’Anno Udalriciano. Si tratta di un percorso che nei prossimi 365 giorni permetterà al lavisani di conoscerete meglio questo santo che, pur essendo vissuto nel 10 secolo, ha lasciato un’impronta indelebile in molte comunità del nord Italia oltre che in Baviera, sua terra d’orgine.

Il calendario degli eventi, realizzato grazie alla collaborazione tra la Parrocchia, il Comune e numerose associazioni di Lavis è già molto fitto ma non ancora definitivo. Come ci racconta Camilla, una volontaria del comitato organizzatore, c’è ancora spazio per inserire nuove che possono essere comunicate al comitato attraverso la mail udalrico2023@gmail.com

Gli eventi non saranno solo religiosi, ma ci sarà spazio anche per concerti, passeggiate sul territorio, concorsi artistici, eventi sportivi e molto altro. Tutto sotto il cappello del logo che è stato presentato oggi e che ha un significato molto particolare.

Il logo di Paolo


Ma lasciamo che a raccontarci tutto siano le parole di Lorenzo, il portavoce del comitato udalriciano:

Il 2023 è un anno molto importante in cui cadono ben tre anniversari della vita di sant’Udalrico, patrono della comunità lavisana. A partire da quest’ inverno fino alla fine del prossimo anno abbiamo cercato di promuovere una serie di eventi e di manifestazioni per rinnovare il legame che la popolazione ha con sant’Udalrico sia dal punto di vista storico che religioso.
Abbiamo creato un calendario di eventi dedicati proprio a tutti; questo grazie al coinvolgimento della Parrocchia , del Comune di Lavis e alle associazioni del territorio.
Ci saranno serate di musica, di approfondimento, ci sarà un concorso artistico e una mostra a palazzo Maffei. Un calendario davvero ricco di appuntamenti a cui vi invitiamo a partecipare per riscoprire il santo patrono Uldalrico.

Cogliamo l’occasione, in questa domenica di festa, per mostrarvi il logo di quest’anno udalriciano che ritroverete in tutte le manifestazioni legate al santo patrono.
Un logo che è per noi molto caro in quanto parte dalla voglia di ricordare il nostro giovane compaesano, Paolo Rizzolli, recentemente scomparso. Il sant’Udalrico che vedete al centro del logo faceva parte di un progetto a fumetti che Paolo avrebbe voluto donare alla comunitá. Noi di questo dono ci facciamo portavoce e lo vogliamo renderlo protagonista di queste manifestazioni, ricordando Paolo con sincero affetto e riconoscenza. Un grazie va anche alla famiglia che ci ha permesso di usare la sua illustrazione.

Attorno al santo ci sono due scritte simmetriche recitanti: ANNO UDALRICIANO e che vanno a formare una mandorla, tipica dell’iconografia cristiana. La forma ogivale in latino è chiamata “vescica piscis”, cioè vescica di pesce e fa riferimento proprio al pesce simbolo sia del miracolo di sant’Udalrico che riferimento anche ai primi cristiani che per indicare Gesù Cristo utilizzavano l’acronimo “ichthys” che in greco significa proprio pesce.

Vi invito a partecipare ai prossimi eventi uldariciani in quanto sono una bellissima occasione e importante opportunità per la nostra comunità.


Leggi anche – Il Santo portato dai minatori. Ecco perché Lavis è devota a Sant’Udalrico


 

Forse ti può interessare anche:

X