Il cammino dei giovani – terza tappa

Più di 110 chilometri da percorrere in 5 giorni, tanta strada e tante emozioni attendono questi giovani nel Cammino di Santiago de Compostela

Portomarin. Oggi abbiamo cominciato il vero Cammino. Siamo partiti all’alba da Sarria per percorrere i 20 chilometri previsti dalla nostra tabella di marcia. Tenere unito un gruppo di oltre 100 ragazzi è praticamente impossibile e così ognuno con il proprio passo si è incamminato. A metà percorso ci siamo aspettati  e, constatato che andava tutto bene, dopo una breve pausa siamo ripartiti.

Lungo la strada abbiamo visto tante croci adornate con fotografie, bigliettini e preghiere lasciate dai pellegrini. Durante il cammino abbiamo incontrato anche tantissime persone e abbiamo preso coscienza di che cosa è veramente questa esperienza. Molti di noi si erano immaginati un sentiero isolato e invece non è così. Si attraversano paesi e cittadine con la gente che è estremamente accogliente verso i pellegrini e lungo la strada non si è mai soli. Si incontrano persone da tutto il mondo, tutte con il tuo stesso obiettivo, tutte con il sorriso sulle labbra e disponibili a fare due chiacchiere.

I 20 chilometri sono volati e siamo arrivati a Portomarin nel primissimo pomeriggio. Mentre da casa ci giungeva notizia della pioggia che finalmente è arrivata, noi abbiamo camminato sotto il sole. Negli ultimi chilometri ha cominciato a farsi sentire la fatica. Al nostro arrivo siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla presenza di una piscina pubblica nella quale ci siamo fiondati per ritemprarci. I più temerari e meno stanchi si sono anche messi a giocare a calcio nel vicino campetto.

Prima di cena ci siamo anche ricavati un momento per riflettere su questa nostra prima giornata di cammino, e poi… tutti a cena. Nel dopocena una breve visita alla città e poi a nanna presto. Domani (oggi per chi legge) ci attende una tappa più lunga e con un discreto dislivello quindi è il caso di recuperare tutte le energie.

 

 

 

X