Lo spirito di Tommaso Bortolotti rivive sui Ciucioi

Un fine settimana ricco di appuntamenti e proposte per celebrare l’anno dedicato all’ideatore di questo luogo simbolo di Lavis

Un disegno di Silvia Ferrin

Lavis. Il 2022 è l’anno in cui ricorre il 150° anno dalla morte dell’eclettico lavisano che ideò e costruì il giardino-castello dei Ciucioi. Per ricordare questo personaggio, che ha lasciato la sua impronta indelebile a Lavis, l’Amministrazione Comunale – di concerto con l’Ecomuseo dell’Argentario – ha organizzato una serie di iniziative durante tutto l’anno.

In particolare in questo fine settimana sarà possibile rivivere le magiche atmosfere di metà Ottocento visitando il giardino accompagnati da dame e nobili, oppure ballare le quadriglie sulle note di Amos Clementi, altro personaggio lavisano con una storia particolare.

Ci sarà anche spazio per i più piccoli con i laboratori curati da Anna o la lettura animata del “Signore del castello” attraverso il kamishibai di Valentina e Silvia.

Poiché i Ciucioi sono un luogo particolare, capace di regalare emozioni diverse, sono state pensate anche visite guidate particolari. Una di questa sarà dedicata all’aspetto botanico del giardino con la compagnia del perito agrario Franco Castellan e una alla visione filosofica di Tommaso Bortolotti con la guida del Sindaco di Lavis Andrea Brugnara.

Tutte le attività saranno possibili solo su prenotazione dal sito: www.giardinociucioi.it 

Nel giardinetto del vecchio panificio comunale, adiacente all’ingresso, sarà presente anche un punto di ristoro gestito dall’associazione Christmaspiazzaloret e una casetta dove potranno essere acquistati alcuni gadget dei Ciucioi. Per l’occasione è stato anche creato un cofanetto numerato (150 copie) con le riproduzioni delle cartoline d’epoca del giardino-castello.

X