Lavis, il sindaco vieta i botti di capodanno nei centri abitati

L’ordinanza è stata approvata nei giorni scorsi e vale un giorno, dalle 12 del 31 dicembre

LAVIS. Il sindaco di Lavis, Andrea Brugnara, vieta i botti di capodanno. Lo fa con un’ordinanza valida nei centri abitati, dalle 12 del 31 dicembre 2019 alle 12 del primo gennaio 2020. Nello specifico, il divieto è di:

«accensione, lancio e sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, razzi e altri articoli pirotecnici all’interno del perimetro dei centri abitanti».

Il motivo? «Sono potenzialmente lesivi della quiete pubblica». L’eventuale sanzione va dai 25 ai 150 euro. Il sindaco invita comunque la cittadinanza a un uso responsabile dei botti, anche al di fuori dei centri abitati: «per il rispetto del diritto alla tranquillità e del riposo delle persone, ma anche dell’integrità psico-fisica degli animali».


Vuoi approfondire? Leggi l’ordinanza completa


X