Pressano soffre, sfiora la rimonta ma va KO a Bressanone

La Pallamano Pressano esce sconfitta dall’incontro di ieri sul campo del Bressanone nella 3^ giornata di ritorno in Serie A Beretta

Lavis. Una sconfitta riapre il cammino in Serie A Beretta della Pallamano Pressano Cassa di Trento, sconfitta di misura per 24-23 sul campo del Bressanone al termine di una partita – a dire il vero – dominata dai padroni di casa di Cutura ad eccezione degli ultimi 10 minuti di gioco quando i gialloneri di Fusina hanno “rischiato” un altro colpaccio clamoroso come molti in stagione, rimontando da -5 fino addirittura al vantaggio. Impresa sfumata e gialloneri che recriminano contro loro stessi: 22 palloni persi, ancora una volta una quantità esagerata, hanno inciso sul risultato; Pressano si mangia le mani, avendo dimostrato negli ultimi minuti di poter fare decisamente meglio, e guarda ora alla prossima sfida del massimo campionato.

La cronaca


In avvio di partita sblocca il match la squadra trentina: le assenze di Dallago e Moser assieme alle tante energie spese in Coppa Italia rovinano l’approccio del team giallonero alla partita. Deboli in attacco, Argentin e compagni non riescono a pungere e vengono salvati solo da un prodigioso Loizos fra i pali (MVP della partita, nonostante la sconfitta); col passare dei minuti gli errori di Pressano restano, quelli dei locali no. Bressanone va così a condurre di 4 reti parando anche ben 4 rigori e verso la fine del primo tempo arriva il massimo vantaggio, 12-7 perfezionato in 12-9 di fine primo tempo.

Dopo una prima frazione insufficiente, Pressano rientra in campo cercando di rispondere a tono ma un buon Brixen con Amato e Cutura non si fa intimorire: fallite due occasioni del -1, i gialloneri sembrano cedere e scivolano a 20-15 quando è la metà del match.

È ancora un incredibile Loizos fra i pali ad evitare la figuraccia, ma altrove Pressano appare opaco, stanco e demotivato: come più volte avvenuto, nel momento più difficile i gialloneri si risvegliano. Dainese suona la carica, la difesa lavora a dovere e fra il 50’ ed il 58’ Pressano infila un clamoroso parziale di 2-8, portandosi addirittura in vantaggio 22-23. Gli spettri della rimonta giallonera dell’andata si concretizzano anche a Bressanone ma i locali questa volta rendono pan per focaccia: nella frenesia e confusione dell’ultimo minuto Basic e Cutura ribaltano tutto firmando il successo a pochi secondi dal termine. Per Pressano ora match casalingo sabato prossimo contro l’HC Molteno, fanalino di coda; poi il lungo stop per la nazionale.

Serie A Beretta 3^ giornata di ritorno


Bressanone – Pressano 24-23 (p.t. 12-9)
Bressanone: Sampaolo, Ploner, Wierer, Di Giulio 2, Amato 5, Brugger 2, Pivetta 4, Iballi, Kholodiuk, Basic 3, Muhlogger 1, Mitterrutzner 2, Cutura 5, Coppola, Schatzer. All. Cutura
Pressano: Facchinelli, Loizos, Chistè, D’Antino 5, Di Maggio 3, Sontacchi 2, Pisetta, Fadanelli 2, Giongo 1, Sontacchi, Dainese 7, Argentin 2, Folgheraiter, Moser N. 1. All. Fusina
Arbitri: Fato-Guarini

Gli altri risultati della 3^ giornata di ritorno
Fondi – Sassari 23-30
Cingoli – Cassano M. 31-28
Molteno – Merano 25-26
Siracusa – Fasano RINV
Appiano – Bolzano RINV
Siena – Trieste RINV

La classifica


Conversano* 29, Sassari 26, Siena* 22, Bolzano* 21, Pressano* 20, Bressanone 19, Fasano* 18, Cassano M. e Merano* 17, Trieste* 14, Appiano* 13, Cingoli 11, Siracusa* 9, Fondi 6, Molteno 4.

Forse ti può interessare anche:

X