“Per chi suona la campana” a Lavis: la storia di quella musica che ha sempre accompagnato la vita di paese

Scandivano le varie fasi della giornata. Annunciavano i pericoli, la morte delle persone ma anche le belle notizie. Come la fine della guerra

La storia della fabbrica dei sogni all’oratorio: quando anche a Lavis c’era il “nuovo cinema paradiso”

Proprio come nel film di Tornatore, per anni in paese si proiettarono film che facevano sempre il tutto esaurito. E c’era pure un detto popolare: “i lavisani i va al cine…”

Don Celestino Brigà, l’antifascista con la tonaca, per più di trent’anni a Lavis

Ricordato per il suo carattere bonario ma deciso, è stato il sacerdote del paese dal 1927 al 1960, lasciando un segno che continua anche oggi

Dalle colonie ai campeggi, storie delle estati lavisane di un tempo

Nei boschi di Masen o in quelli di Dimaro, tanti ragazzi sono cresciuti in compagnia, creando un vero senso di comunità

X