Brexit, niente sfiducia per Theresa May

«Ora dialogherò con i leader dell’opposizione», dice. Ma per trovare un accordo per lasciare l’Unione europea la strada è ancora in salita

TRENTO. Con un distacco minimo ma sostanziale, Theresa May ha superato il voto cruciale alla Camera dei Comuni e il suo governo non è stato sfiduciato. La mozione era stata proposta dal leader laburista Jeremy Corbyn ed è stata respinta con 325 voti a 306.

Il risultato era in realtà facilmente prevedibile, perché la maggioranza non ha intenzione di andare a elezioni anticipate, che avrebbero probabilmente un esito nefasto per i conservatori.

Ma il risultato non cambia la sostanza dei fatti per quanto riguarda Brexit: ora esistono una serie di possibili soluzioni, ma sono tutte difficili da percorrere. La May si è già dichiarata disponibile «a incontrare tutti i leader dell’opposizione per cercare una linea comune». Impresa che se non è impossibile poco ci manca.

Forse ti può interessare anche:

X