Una vecchia foto di gruppo, ecco cosa abbiamo scoperto

Facce, nomi, storie! Ci sono ancora dei vuoti ma grazie all’aiuto dei nostri lettori abbiamo fatto molti passi in avanti

Lavis. In tanti avete risposto al nostro appello e ci avete aiutato a scoprire personaggi e storie dietro a questa foto. Doveroso è il nostro grazie per averci dedicato tempo e attenzione.

Vogliamo anche condividere con voi quanto scoperto finora nella speranza che sia possibile colmare ancora i vuoti o magari correggere qualche imperfezione.

Per molte persone ritratte abbiamo trovato il nome, l’anno di nascita, il reparto di appartenenza e la loro collocazione dopo la data dell’8 settembre 1943. Per chi era prigioniero degli inglesi o internato in Germania abbiamo trovato anche la località di detenzione.

Purtroppo ci sono alcune persone che non sono ancora state riconosciute. Magari in un prossimo futuro anche questi volti potranno raccontarci la loro storia.


Se vi siete persi la prima parte – Una vecchia foto di gruppo che ha tanto da raccontare… aiutateci a scoprire questa storia!


I soldati lavisani


I soldati del comune di Lavis che hanno partecipato alla seconda guerra mondiale nell’esercito
italiano secondo la nostra ricerca sono più di 250, compresi nelle classi dal 1907 al 1923. Altri 80 circa, delle classi 1924, 1925, dopo l’8 settembre 1943 sono stati arruolati nell’esercito tedesco: nella Flak (contraerea), nel C.S.T. (Polizia Trentina), Nebel komp.95 (fumogeni) o come lavoratori militarizzati con la Todt al ponte dei Vodi e lungo la ferrovia.

Durante i primi anni della guerra molti lavisani furono fatti prigionieri dagli inglesi, dai francesi, dagli americani e dai greci.

Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, la maggior parte dei nostri soldati furono presi prigionieri dai tedeschi e portati in Germania nei campi di lavoro. Questi soldati italiani non erano considerati prigionieri di guerra, e quindi sotto le regole del “trattato di Ginevra”, ma trattati come traditori. Erano denominati I.M.I. cioè internati militari senza nessun diritto. Per poterli distinguere dai prigionieri di altre nazionalità presenti nei vari campi sulla schiena della loro giacche era stato impresso un triangolo rosso.

Un’altra particolarità di quel periodo che creò ancora più confusione e disordine fra la popolazione trentina fu che dopo l’8 settembre Hitler volle annettere al Reich Germanico anche le province di Bolzano, Trento e Belluno, cioè il vecchio Tirolo. Venne creata una una nuova provincia denominandola “Alpenvorland”. Da quella data in poi tutti i giovani che compivano i 20 anni vennero arruolati nelle forze armate
tedesche.

I nomi della foto


Ma torniamo alla nostra foto. Per comodità sopra abbiamo riportato un disegno con i numeri per collegare le persone della foto alle informazioni.

Ecco il risultato della nostra ricerca:

1. Bortolotti Carlo 1915 reg. Alpini. fronte greco. Prigioniero dei greci, portato nell’isola di Creta, liberato dai paracadutisti tedeschi. Int. Ger. Treuenbrietzen LAGER 782 C
2. sconosciuto
3. Folletto Eugenio
4. Chistè Tranquillo 1907 13 settore Vallelunga Malles Int. Ger. k.r.s.Neugadin Pomerania
5. Holzer Roberto. 1922 14 reg. Art. c. A. Int. Ger.
6. Holzer Francesco 1913 223 reg. fant. Int Ger. STALAG XC
7. Albertini Orlando 1911 Sussistenza Vipiteno Int Ger. Hannover
8. Osele Tullio 2 reg. granatieri Lubiana
9. 10. sconosciuti
11. Moser Luigino 1913 481 batt Aereop 612 Sardegna
12. Loner Gino 1919 9 reg. alp. Aquila
13. Casetti Pompeo 1920 163 dep.R.A. Africa prig. degli inglesi
14. Chiogna Umberto C. S. T.
16. Pedrotti Guido ?
17. Pedrotti Giovanni 1915 11 alpini Int. Ger. N°50844
18. Pellacchini Amerigo 1917 18 gruppo 149/35 5 batt.
19. Derocco Carmelo 1920 Marinaio fino 1943 poi nel C.S.T.
20. Osele Cornelio
21. Cadrobbi Ettore 1911 4 autocentro Trento
22. Parzian Mario 1913 41 Legione C.N. fino al 1943 poi in servizio nel Comune di Lavis
23. Piffer Lino 1921 62 reg. fant.motorizzata Int. Ger. Porndorf
24. Nardelle Emanuele 1914 11 reg. alpini Int. Ger. STALAG IIB
25. 26. sconosciuti
27. Palazzini Felice
28. sconosciuto
29. Nicolò Pasquale
30. Nardelli Oreste
31. Pisetta Mario 1920 11 reg. alpini Int. Ger.
32. sconosciuto
33. Tamanini Fermo 1920 231 fant. Int. Ger. Hamburg
34. Mattedi Camillo 1912 29 btg. MVSN 4 comp. Abania N° 165038
35. Facchinelli Aldo 1917 2 reg. art. a. a. Acqui Africa prig. Degli Inglesi
36. 37. 38. sconosciuti
39. Silvestri Giulio 1920
40. sconosciuto
41. Silvestri Francesco 1916 9 rep. Aut. Africa prig. degli inglesi
42. Moscon Bruno 1918 5 div. Alp. Pusteria
43. Cainelli Mario 1917 82 batt. Territoriale
44. Rossi Francesco 1913 4 reg. art. Contr. 523 gruppo Int. Germ. Ziegelei Unterf. Munchen
45. Bellini Carlo 1917 4 genio comp. Dep.
46. Giongo Enrico 1909 richiamato a Trento Int. Ger. Sul vallo atlantico Normandia
47. Refatti Luigi 1920 458 rep. Mar. isola di Naxos Int. Ger. STALAG IVD
48. sconosciuto
49. Michelazzi Guido 1919 11 alp. 94 comp. Francia, Grecia e poi nella FLAK
50. Cainelli Tullio 1920 231 fant. Grecia Int. Ger. STALAG VIJ
51. Jachemet Mario 1916 91 reg. fant Tunisia
52. Stocchetti Beniamino caserma Mignone Bozen Int. Ger. Wien
53. Pilati Luigi 1914 129 fant. Grecia Int. Ger. STALAG IVC
54. Nicolini Luciano? 1925 C. S. T.
55. Tomasi Ferruccio 1909 29 batt. MVSN 41 comp. Int. Ger. STALAG XIB
56. 57 sconosciuti

Collezionista e appassionato di storia locale. È autore di alcuni libri sulle vicende belliche della prima guerra mondiale.

Forse ti può interessare anche:

X