Lavis, artisti uniti per la casa di riposo. Ecco “Canteremo per le strade (38015)”, la canzone per promuovere la raccolta fondi

L’ha scritta Andrea Faccenda, gli altri si sono uniti con lo stesso obiettivo: dare un sostegno in un momento difficile

LAVIS. Sei artisti emergenti e un produttore, tutti provenienti da Lavis (e dintorni), si sono uniti per dare vita a una canzone, completamente inedita. L’ha scritta per l’occasione Andrea Faccenda, 23 anni. Con lui, gli altri l’hanno interpretata: Carlotta Alessandrini, Gabriele Casagrande (in arte “Big House”, che ha scritto anche la sua parte), Mattia Lever, Arianna Pilati e Simone Zanghellini.

Giacomo Uber ha rifinito il tutto con il missaggio e mastering. La produzione è di Andrea Faccenda, Big House e Simone Zanghellini.

L’obiettivo è di dare visibilità alla raccolta fondi promossa dalla casa di riposo di Lavis, colpita dall’epidemia di coronavirus. In un certo senso, è il tentativo di ripetere a livello di paese quanto è stato fatto più in grande. Per esempio, con “We are the world” o “Domani”, la canzone scritta dopo il terremoto in Abruzzo. La casa di riposo utilizzerà i fondi per materiale sanitario, mascherine e protezioni per il personale.

Oltre a questo, la canzone vuole dare un segno di vicinanza a tutti gli operatori e a tutti gli ospiti della casa di riposo. E alle altre persone che sono isolate o stanno combattendo contro la malattia: «Ritorneremo a camminare, amando il mondo senza paure, per sempre. Canteremo per le strade, canta pure tu! La malattia non ci sconfiggerà, ci lega un sentimento unico».

scarica la versione in mp3


Il gruppo


Il gruppo si chiama “Lavis connection”. La canzone “Canteremo per le strade (38015)” – con 38015 che è il codice di avviamento postale di Lavìs – e si può scaricare gratuitamente.  Nelle prime sei ore dalla pubblicazione il video su YouTube ha raggiunto le 7.000 visualizzazioni ed è in costante crescita

Il coordinamento editoriale, l’editing video e l’attività di comunicazione è curata dalla nostra redazione. Come ben sapete, anche questo è un caso particolare: perché siamo un giornale online di comunità, dove scrivono persone del paese. Tutti lo fanno gratis, come attività di volontariato.

Come è nato il progetto


Qualche tempo fa, il giornale Repubblica aveva dedicato a Lavis un articolo, definendolo come “il paese più buono d’Italia”, per il numero di volontari presenti. Forse è esagerato, ma questa storia è comunque esemplare.

Dal 16 marzo, Simone Zanghellini – 46 anni e musicista per passione – suona tutte le sere dal balcone di casa. Trasmette tutto via Facebook sulla nostra pagina e le dirette vengono seguite ogni sera da centinaia di persone. Molti hanno iniziato ad amplificare queste dirette, con le casse che trasmettono dai balconi, in giro per il paese.

È questo il contesto che ha portato alla nascita della canzone, pubblicata il giorno di Pasqua. Lo spiega bene l’autore, Andrea Faccenda: «All’inizio io e Simone avevamo pensato di fare insieme una cover, una canzone di qualche cantante famoso, per promuovere la raccolta fondi alla casa di riposo – spiega –. Poi mi sono detto: “abbiamo i mezzi per farcela da soli una canzone, per dare del nostro”». Ed è così che è nata l’ispirazione per questo brano.

«Indipendentemente dal risultato, sono orgoglioso dell’entusiasmo che hanno messo tutte le persone che sono state coinvolte – spiega Faccenda –. Si sente dal calore della voce che tutti hanno messo del sentimento in quello che hanno fatto».

I protagonisti


Nel giro di pochi giorni, sono stati coinvolti tutti i protagonisti di questo progetto. Da Carlotta Alessandrini, 25 anni, che già cantava con Simone. A Mattia Lever, 23 anni, musicista, vincitore nel 2010 del programma “Ti lascio una canzone” e semifinalista a “The Voice”. Si è esibito l’anno scorso nel contest “Deejay on stage”, organizzato da radio Dj.

Arianna Pilati, 20 anni, è la più giovane del gruppo: ma ha già le idee ben chiare, con un amore per la musica nato ancora ai tempi delle scuole medie. Big House, al secolo Gabriele Casagrande, è un rapper e producer di 27 anni. Giacomo Uber ha contribuito al missaggio e al mastering del brano.

«Speriamo che questa canzone sia un conforto in questo momento particolare che stiamo vivendo – dice Gabriele –. Per far sapere agli anziani e a tutta la comunità che nessuno è da solo, né lo sarà mai. E questa è la dimostrazione. Questo è 38015».

La raccolta fondi


La donazione può essere fatta direttamente sul conto della casa di riposo di Lavis

L’iban è:
IT62 J 03599 01800 0000 0013 8984
intestato all’A.p.s.p. Giovanni Endrizzi di Lavis, con causale “Coronavirus”


LAVIS CONNECTION – Canteremo per le strade (38015)
di Andrea Faccenda

con Carlotta Alessandrini, Big House, Andrea Faccenda, Mattia Lever, Arianna Pilati e Simone Zanghellini

Produzione di Big House, Andrea Faccenda e Simone Zanghellini
Missaggio e mastering di Giacomo Uber

Coordinamento editoriale ilMulo.it

Giornalista professionista, laureato in storia, ideatore de ilMulo.it. Lavora a Roma nella redazione di Domani, il nuovo giornale fondato da Carlo De Benedetti. Ha scritto per il Trentino, il Fatto Quotidiano e laStampa.it. È direttore dell'Associazione Culturale Lavisana. (Scrivi una mail)

Forse ti può interessare anche:

X