In migliaia sulle colline avisiane per la passeggiata “Di maso in maso, di vino in vino”

In dieci tappe c’era il meglio dei produttori e ristoratori locali, con cinquanta realtà apprezzatissime dai visitatori

LAVIS. Il sole al mattino, la pioggia solo nel tardo pomeriggio. Migliaia di persone sono arrivate a Lavis per la manifestazione organizzata dal Comune di Lavis e dalla pro loco: “Di maso in maso, di vino in vino”. L’evento giunto alla terza edizione si è tenuto il 25 aprile lungo la via che è percorribile solo a piedi, in bicicletta o con uno speciale trenino turistico.

L’evento

Al suono del Gruppo strumentale giovanile, la mattina nella piazza di Pressano – punto di partenza dell’itinerario – è stato “tagliato il nastro”, alla presenza di autorità e produttori. È l’occasione migliore, hanno ricordato il sindaco Andrea Brugnara e l’assessore Franco Castellan, per mettere in mostra il territorio con le sue eccellenze.

Durante tutto il giorno, nei dieci masi erano in mostra una cinquantina di realtà diverse (fra produttori, ristoratori e associazioni), pronti ad accogliere turisti e altri visitatori. Nonostante il tempo si sia guastato nel pomeriggio, la terza edizione dell’iniziativa è andata in archivio con un altro successo.

Giornalista, laureato in storia, direttore responsabile del Mulo. Scrive per Il Fatto Quotidiano e per il Trentino, talvolta per laStampa.it. È direttore dell'Associazione Culturale Lavisana. (Scrivi una mail)

X