Consigli regionali uniti per l’infanzia: c’è anche il Trentino Alto Adige

Firmato un protocollo d’intesa con ll’Unicef, trent’anni dopo la Convenzione per i diritti dei bambini

Kaswalder, Samengo e Paccher

TRENTO. Il Presidente del Consiglio regionale, Roberto Paccher, insieme al Presidente del Consiglio provinciale di Trento, Walter Kaswalder, ha partecipato a Roma alla firma del protocollo d’intesa tra il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo e la Coordinatrice della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e delle Provincie autonome Rosa d’Amelio, avvenuta nell’ambito dell’assemblea plenaria.

Il protocollo d’intesa, della durata di due anni, ha la finalità di contribuire alla promozione e all’attuazione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in una prospettiva globale e per favorire una cultura dell’infanzia che guardi al bambino come risorsa civica.

Il Protocollo d’Intesa

«Questo Protocollo d’Intesa – spiega il Roberto Paccher – è stato siglato a trent’anni dall’anniversario dell’approvazione da parte dell’Assemblea delle Nazioni Unite della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza».

«In questo protocollo sono previste azioni importanti , dalle politiche di sostegno alle neo-mamme, alla lotta della dispersione scolastica, dal contrasto di un fenomeno particolarmente dannoso per i più giovani, il cyberbullismo, alla piena accessibilità dei luoghi per i diversamente abili».

X